Il Flauto magico secondo l'Orchestra di Piazza Vittorio

Light designer tour 2011-2015
Technical director
ziad acl.jpg
ziad acl.jpg
tamino.jpg
tamino.jpg
Ta,Pa,PA_MA.jpg
Ta,Pa,PA_MA.jpg
selma.jpg
selma.jpg
prova del fuoco Tamino.jpg
prova del fuoco Tamino.jpg
finale MA.jpg
finale MA.jpg
finale ACL.jpg
finale ACL.jpg
finale.jpg
finale.jpg
fiati marcia.jpg
fiati marcia.jpg

Volevamo raccontare un Flauto contemporaneo, che si svolge in una società multirazziale di questi tempi, ed evitare qualsiasi fraintendimento. Il Flauto di Mozart è ambientato in un Egitto fantastico. Il nostro invece si trova In un luogo immaginario, senza riferimenti alla geografia reale.
Non si tratta dell’esecuzione integrale dell’opera di Mozart. Le melodie sono riconoscibili ma alcune sono solo tratteggiate, senza sviluppo e senza parti virtuosistiche, intrecciate a brani originali dell’Orchestra. Il nostro lavoro con la partitura è necessariamente diverso da quello di un’orchestra “normale”. Dal folk, al reggae alla classica al pop e al jazz, la nostra musica è piena di riferimenti alle altre culture. I musicisti dell’OPV hanno background molto distanti, non solo geograficamente. Ogni musicista porta nell’Opera la sua cultura, la sua lingua: arabo, inglese, spagnolo, tedesco, portoghese, wolof, italiano.

CREATION: Orchestra di Piazza Vittorio

PRODUCTION:  Fondazione Romaeuropa - Les Nuits de Fourvère/Dèpartement du Rhône
 

DIRECTOR: Mario Tronco

MUSICAL ARRANGEMENT: Mario Tronco, Leandro Piccioni.

SCENIC DESIGNER: Lino Fiorito

LIGHT DESIGNER: Pasquale Mari versione originale / Daniele Davino 2011-2015

TECHNICAL DIRECTOR: Daniele Davino