#Colosseorosso

ACS - Colosseo

Roma, 24 febbraio 2018 

ACS_Colosseo6.png
ACS_Colosseo6.png
press to zoom
ok LArgo Agnesi alta.JPG
ok LArgo Agnesi alta.JPG
press to zoom
ACS_Colosseo7.png
ACS_Colosseo7.png
press to zoom
ok via sacra 2.JPG
ok via sacra 2.JPG
press to zoom
ok largo Agnesi.JPG
ok largo Agnesi.JPG
press to zoom
ok ledwall.JPG
ok ledwall.JPG
press to zoom
ACS_Colosseo9.png
ACS_Colosseo9.png
press to zoom
ACS_Colosseo2.png
ACS_Colosseo2.png
press to zoom
ok alto.JPG
ok alto.JPG
press to zoom
Ideazione:
ACS Italia
 
realizzazione:
Gianchi Italia srl
 
Produzione esecutiva:
Daniele Davino
 
 
Daniele Davino light designer

IIl 24 febbraio 2018 Aiuto alla Chiesa che Soffre ha illuminato di rosso il Colosseo, in ricordo del sangue versato ancora oggi da tanti cristiani in tutto il mondo.

L’evento al Colosseo ha attirato l’attenzione di numerosi media italiani e internazionali. Da Avvenire al Corriere della Sera, dall’Osservatore Romano al Tg2, passando per il Tg1 , solo per citare alcuni dei nostri media nazionali.

 

L'anfiteatro Flavio è stato illuminato con circa 150 proiettori a led distribuiti in modo uniforme lungo il perimetro del monumento. 

 

Il materiale scelto per arrivare a un'illuminazione diffusa, uniforme e di grande impatto è stato un mix di proiettori washled e diffusori led architetturali.

Sono stati utilizzati circa 80 Robe ledwash 1200 e 30 DTS Wonder come ledwash distribuiti in 55 punti luce posizionati a 360° intorno al Colosseo.

Come proiettori architetturali è stato fatto largo uso di Studio Due Single 400 con circa 30 unità mentre, in punti strategici, sono stati posizionati altri 8 Robe Cityscape Xtreme.

 

Sul belvedere di largo Agnesi, infine, in corrispondenza del palco sul quale si è svolta la presentazione della serata al pubblico, hanno preso posto anche 12 Robe DL7S per illuminare il quarto ordine (il più alto) delle mura e due videoproiettori Digital projection 30.000 AL utilizzati per la proiezione del logo di ACS Italia.

 

L'evento è stato impreziosito dalla presenza dei droni della nota azienda Fly Age (http://www.flyage.it/), che si è occupata delle riprese aeree dell'evento.

 

L'intero evento è stato realizzato da Gianchi Italia srl, che si è occupata della fornitura dei materiali audio, luci, video e strutture. La produzione esecutiva è stata affidata da Gianchi Italia a Daniele Davino, coadiuvato dal direttore di produzione Maurizio Macioce.